Costa degli Etruschi

La Costa degli Etruschi è un luogo dove si fondono colori, profumi e scenari della Toscana continentale e del Mar Mediterraneo.

Comprende un ampio tratto della costa toscana, che si estende da Livorno a Piombino, e quattro comuni dell’entroterra, ovvero Collesalvetti, Sassetta, Suvereto e Campiglia Marittima.

Il nome Costa degli Etruschi è dovuto alla presenza del popolo etrusco in queste terre, che le abitarono a partire dal IX secolo a.C., come dimostrano le numerosissime necropoli etrusche visibili ancora oggi.

Le necropoli etrusche sono presenti principalmente tra il Golfo di Baratti e Populonia, dove sorge appunto il Parco Archeologico.
Nel Parco Archeologico di Baratti e Populonia si trovano le testimonianze più importanti della colonizzazione di queste terre da parte degli Etruschi.

Fiore all’occhiello del Parco Archeologico è la meravigliosa necropoli monumentale di Populonia Alta, l’unico borgo etrusco costruito davanti al mare. Populonia Alta si erge sulla cima di una collina affacciata sul suggestivo borgo di Baratti.

A rendere unica questa terra di Toscana, agli insediamenti etruschi si affiancano borghi medievali, parchi naturalistici, e uno splendido mare.

I borghi medievali, addossati alle colline ma a pochi chilometri dal mare, sono intatti nella loro architettura originale e ricchi di testimonianze del passato.

La natura custodisce oasi botaniche incontaminate, boschi, pinete, campagne costellate da vigneti (famosa la Strada del Vino) e ulivi: un paesaggio ricchissimo e sempre variato, dove sorgono ben due Parchi Naturalistici: il Parco Costiero di Rimigliano e il Parco Costiero della Sterpaia (Parchi della Val di Cornia).

E infine il mare, orlato da lunghe spiagge sabbiose confinanti con pinete e scogliere battute dal vento.

Da alcuni anni, in giugno, i principali centri della Costa degli Etruschi festeggiano l’inizio dell'estate con una speciale Notte Blu, nella quale i turisti sono coinvolti in un susseguirsi di spettacoli, concerti e eventi culturali e enogastronomici.

Altri itinerari in  Arte&cultura